Buoni Fruttiferi Postali Serie Q/P: Come Ottenere I Maggiori Dettaglio Lettera Di Reclamo Buoni Fruttiferi

Buoni Fruttiferi Postali Serie Q/P: come ottenere i maggiori, Lettera di reclamo buoni fruttiferi

Altre lettere correlate a ciò che vuoi Lettera Di Reclamo Buoni Fruttiferi

Buoni Fruttiferi Postali Serie Q/P: Come Ottenere I Maggiori - Tuttavia, e questo è lo scopo della controversia, il secondo timbro apposto nella parte bassa della schiena dei buoni indica solo le rendite fino al 20 ° 12 mesi (primi quattro livelli), ma lascia invariato l'importo fisso a mesi invariati rispetto al 21 ° fino al 30 ° 12 mesi che divenne all'inizio timbrato sul buono stesso.

è in corso una vivace controversia tra poste italiane spa e i possessori di titoli di risparmio finanziari postali trent'anni emessi dopo il 13 giugno 1986. Questi sono, in particolare, i buoni della serie unica "p" che sono stati trasformati in "q / serie "p" con l 'effetto del decreto ministeriale del 13.06.1986.

La leggerezza di poste non può essere trascurata. In realtà, al momento della difficoltà dei coupon della serie q / p era già stato emanato il decreto ministeriale del 13.06.1986. Per questo motivo, in questo contesto, è conveniente confidare nel fatto che una valida aspettativa dell'acquirente possa anche essere sorta riguardo alla validità dei prezzi degli hobby indicati sulla sicurezza e che tale custodia deve essere coperta.

Aprire una controversia in opposizione agli uffici di presentazione italiani non è sempre un'operazione semplice. Un semplice errore nell'istruzione degli atti o della strategia protettiva è sufficiente a pregiudicare i risultati finali della richiesta. Ecco cosa vuoi capire:.

Di conseguenza, contestualmente a poste italiane che ritiene che, nonostante questa mancanza, anche per il periodo di 21-30 anni i quantitativi (minori) previsti dal decreto ministeriale, i risparmiatori hanno richiesto la liquidazione dell'interesse come indicato sul voucher.

Con questa "trasformazione" i tassi di interesse sono stati modificati, con l'inconveniente. Di conseguenza, in linea con poste italiane, i risparmiatori alla fine dei 30 anni dovranno ricevere importi inferiori a quelli indicati sui buoni, in alcuni casi addirittura dimezzati.

In altre frasi, sulla parte frontale di una parte del buono, è stato apposto un timbro primario con le parole "q / p". All'interno, invece, un francobollo 2d con le parole "collezione bpf q / p ai prezzi successivi: 8 fino al quinto anno; 9 dal 6 ° al 12 ° mese; 10,5 dall'undicesimo al quindicesimo anno; 12 dal sedicesimo al ventesimo anno ". Il 13 settembre 1986, un cittadino firmò due buoni di risparmio "raccolta q / p". Al momento dell'abbonamento, di conseguenza sono stati apposti due francobolli su ogni buono: uno sul davanti con la dicitura "serie q / p" e uno al ritorno, modificando le citazioni di hobby quasi per il periodo tra 1 e 20 12 mesi, come modificato con decreto ministeriale del 13 giugno 1986, senza alcuna sovrascrittura per quanto riguarda la legge sulle tariffe per hobby per quanto riguarda la durata tra il 21 ° e il 30 ° anno. Il 3 gennaio 2017, quasi 31 anni dopo, la ragazza ha raccolto la stessa quantità in un dipartimento del posto di lavoro italiano installato, contestando a quest'ultimo che ora non aveva pagato la quantità complessiva dovuta come hobby. Il dubbio sorge in termini di prezzo dell'hobby per la durata dal 21 ° al 30 ° anno, con riconoscimento a cui non è indicato nulla al bfp. Pertanto il cittadino si rivolge allo studio legale giusti & laurenzano per avere chiarezza sulla normale liquidazione dei buoni in questione. Sull'idea di precedere decisioni favorevoli, lo studio legale giusti & laurenzano prende una decisione di appello e l'incertezza viene risolta tramite l'arbitro bancario e economico, che rileva che l'art. 5 del d.M. Il 13 giugno 1986, afferma: "sono, a tutti gli effetti, titoli delle nuove serie regolari, analogamente ai buoni postali fruttiferi contrassegnati con la lettera" q ", i cui moduli possono essere forniti attraverso il regno. , I buoni della serie precedente "p" emessa il 1 ° luglio 1986. Per quest'ultima, due timbri possono essere apposti tramite i luoghi di lavoro di pubblicazione: uno nella parte anteriore, con la scritta "serie q / p", l'opposto , sul retro, recante la misura del nuovo taxi ". Di conseguenza, il consiglio di amministrazione ha regolarmente aggiornato la tesi dello studio legale giusti & laurenzano con cui, poiché l'intermediario non ha effettuato alcuna sovrascrittura in riferimento alla regolamentazione delle commissioni di interesse in materia di periodo tra il 21 e il 30esimo anno, la sicurezza del prestito dell'abbonato ai buoni, è di vitale importanza presentare la priorità a ciò che emerge dai titoli, come ripetutamente affermato ciascuno per mezzo della giurisprudenza regolare (vedi cassazione su 15/6/2007, n. 13979) e tramite l'arbitro (vedi il più recente, collegio bologna n. 2/2018 e 11696/2017 e collegio torino nn. 2571/2018 e 10705/2017). Nell'attrattiva dell'incanto offerto dalla ditta di regolamentazione giusti & laurenzano il richiedente deve essere identificato per mezzo di poste italiane, per 1/3 del decennio successivo all'emissione dei buoni, il rendimento indicato nella parte bassa della schiena quest'ultima, simile a quella inizialmente fornita per i buoni della "collezione p" (in termini, si veda, in un caso analogo, il collegio bari, n. 17893/2018 e n. 3431/2018). Questa è l'ennesima pronuncia di una linea lanciata per anni dalla società di regolamentazione giusti & laurenzano e che fa riferimento a buoni postali postali di risparmio della normale raccolta q emessi su moduli della precedente serie p (di conseguenza il timbro q / p) .