LETTERA APERTA, IL Conte Giorgio Caballini Risponde A Marizio Buono Lettera Aperta Fatto

LETTERA APERTA, IL Conte Giorgio Caballini risponde a Marizio, Lettera aperta fatto

Altre lettere correlate a ciò che vuoi Lettera Aperta Fatto

LETTERA APERTA, IL Conte Giorgio Caballini Risponde A Marizio - "milano è una città estremamente buona, oggi più che mai, e collettivamente dobbiamo mantenere il corso che abbiamo già seguito, rendendolo sempre più inclusivo, aperto e globale. Con uno sguardo al futuro e la concretezza che di solito ci hanno messo in risalto , siamo in grado di riconoscere i nostri obiettivi per la città. Potrebbe esserci un modo più semplice per farlo: farlo collettivamente. Io, tu, noi, milano. ".

Commento introdotto da parte mia il 2/08/2016 studio la lettera che hai inviato al presidente del senato e al presidente della camera, i numeri due e tre del regno italiano. Ero colpito dalla puntualità della descrizione degli ultimi trent'anni della nostra storia. All'interno dell'incredibile confusione del momento la gravità delle difficoltà in cui i nostri circoli hanno censurato la manifattura trasformata in ora non colta. La giustizia non può essere aggiunta. Non è più possibile avere interlocutori che riconoscono bene le cose. ? un secondo decisamente difficile e rimpiango le circostanze mentre con mio fratello renzo e con voi dovremmo approfondire le questioni emergenti. Spero e desidero che l'associazione possa essere ascoltata per aggiungere il know-how a quelli responsabili. In questi giorni resiste la seccatura prioritaria di ricreare un tocco considerato all'interno delle istituzioni. La gente lo sente come uno sparo all'interno del braccio. Prendo parte con tutta la mia parentela al pesante impegno che hai lasciato per aiutare con i pochi amici sparsi in qualche punto d'italia. Auguri. Mantenere il più possibile. Margherita pedrelli ha inoltre condiviso: nino pedrelli e capetta brunella.

Cari amici di una tradizione repubblicana banale, non si può tuttavia condividere la vostra analisi e il desiderio di poter capire ancora una volta che la molteplicità degli eventi, mentre metodica la molteplicità degli angoli di analisi da apportare come contributo costruttivo all'avvento del sviluppo della nostra società (che, con questa parte non sposata quasi assoluta, non riesce a decollare). Tuttavia, fintanto che questa corsa continua a soccorrere il vincitore, siamo in grado di vedere persone che, in altri modi, meritano di essere riconosciute e riconosciute, cercando un posto nell'arruffapopolo sferico (vedi, ad esempio, il pd liberale) lo sforzo delle minoranze che vogliono trattenere per pensare, consigliare e criticare, si trasforma in diffuso e dobbiamo resistere.