Mauro Berruto On Twitter: "Una, Lettera Aperta Al Governo Briliant Lettera Aperta Berruto

Mauro Berruto on Twitter:

Altre lettere correlate a ciò che vuoi Lettera Aperta Berruto

Mauro Berruto On Twitter: "Una, Lettera Aperta Al Governo Briliant Lettera Aperta Berruto - Per ovviare alle incoerenze delle ortografie tradizionali e avere uno strumento per l'illustrazione delle immagini dei suoni del linguaggio, legittimo per tutte le lingue, che riproduce scientificamente la realtà fonica, i linguisti hanno evoluto strutture di trascrizione fonetica, in cui potrebbe esserci un -una corrispondenza tra i suoni rappresentati e fotografare i sintomi che li costituiscono.

Le categorie grammaticali sintagmatiche (definibili sull'asse sintagmatico, pensando alle parole all'interno della relazione con diverse frasi dello stesso messaggio) sono descritte capacità sintattiche. Sono le nozioni normalmente studiate dall'analisi logica (preoccupazione, oggetto, predicato, oggetto, specifica, regione). Le istanze corrispondono a queste capacità a livello di morfemi.

La quantità di vocali o consonanti può avere un prezzo eccezionale. In italiano l'importo (durata o lunghezza) non ha un valore distinto. Le consonanti che possono essere sia semplici che doppie, tuttavia, possono ottenere una competizione di periodo: è di gran lunga possibile ricercare ogni doppia doppia consonante che abbia un corrispondente facile, con cui rappresenterebbe coppie minime o ripetizione del fonema uguale (cane / canne).

Fondamentale dell'intenzionalità e della relativa motivazione, questo è il grado di datazione a base di erbe presente tra le due facce del segno (l '"qualcosa" e il "qualcos'altro" per cui il primo è) può essere:.

Se presi in considerazione da un punto di vista posizionale, i morfemi grammaticali possono essere conosciuti globalmente come affissi e un affisso è qualsiasi morfema che si mescola con una radice. Esistono stili specifici di affissi. Gli affissi che, nella forma della parola, stanno davanti alla base sono noti come "prefissi"; quelli dopo la radice sono chiamati "suffissi". Inutile, ad esempio, in- è un prefisso (con un terribile che significa "non più"); in cambio, -ament- e -o sono suffissi, uno con un costo derivativo, l'alternativa con un prezzo di flessione. I suffissi con costo flessionale, in italiano costantemente all'interno della funzione di chiusura dopo lo stelo e i suffissi derivativi vitali, sono indicati come finali: -o è quindi una finitura. In italiano, di rotta, i prefissi sono costantemente derivati. La differenza tra prefissi e suffissi è sinceramente quella fondamentale. In altre lingue, tuttavia, esistono altri tipi di affissi come i mobili, che possono essere apposti inseriti nella base. In italiano, non esistono se non in casi che includono quello di -ic- in cuoricino, campicello e così via. Un altro tipo di morfema discontinuo è la 'circumfisse', affissi modellati usando due parti, una prima della radice l'altra dopo: ad esempio, l'apposizione del participio passato in tedesco ge-t come in gesagt ('detto', da sagen 'per dire'). In una fase più particolare, può essere effettuata una "trascrizione morfologica", in cui la forma dei morfemi può essere scritta tra parentesi graffe {} che indica all'interno della linea sottostante (con le lettere abbreviate e le abbreviazioni - i cosiddetti gloss) all'interno del caso di morfemi grammaticali, il loro significato e prezzo. Per esempio, il dentale può essere rappresentato: {dent} - {al} - {e} 'enamel' agg sg ​​(nb per i gloss vedere p. Xi) in alcune lingue ci sono anche degli affissi che corrispondono alternativamente ('comb ') nella radice dando discontinuità ciascuna all'affisso e alla base: sono i cd transfissi (molto comuni in lingua araba).